Troppe cose nella testa da qualche parte dovevo pur metterle

Donne e uomini. Quelle che vengono da Venere, quelli che vengono da Marte. Mondi distanti nella stessa orbita. Che si guardano a lungo senza conoscersi. Così diversi...

Esiste un'inspiegabile vertigine del vivere. Una componente miracolosa che sfugge quasi sempre. Con un una discreta quantità di bicchieri di vino rosso svuotati in uno...

Sei arrivato in primavera. Lo so che non lo sembra. Non c'è nulla di tangibile che lo suggerisca. È come uscire una mattina di marzo, il...

Rieccoci, 2018, come di consueto la stucchevole tradizione della lettera di congedo all'anno che sta partendo. Non potevo esimermi perché, da empatica e permalosa,...

Sono mesi che mi sveglio la mattina e come prima cosa penso: ''oggi scrivo''. Ci credo molto mentre lo dico. Me lo ripeto in...

Non è consigliato. O almeno, credo non lo sia. Credo non sia opzione ritenuta valida. Non esiste una regola scritta, ma tacitamente è riprovevole rispondere...