Trentadue

Trentadue

Ci ho messo 32 anni a capire che per andare lontano non servono distanze da coprire, nè vette da raggiungere, nè profili da scalare.
32 anni ad aspettare che il tempo trascorso mi portasse in dote indicazioni, segnali o direzioni.
O un’ indicazione almeno, almeno una, sulla meta a cui arrivare.
Ci ho messo 32 anni a scoprire che non serve un cambio di scenario per arrivare altrove, che sono sufficienti occhi che sappiano guardare.
E che non c’è traguardo ad aspettarti.
Perché non esiste arrivo o meta.
Esiste il viaggio.
Ed è tutto quello che conta.

No Comments

Post A Comment